Egoità: l’arte di saper prendere

Ci si trova sempre davanti ad individui che interpongono se stessi alla collettività, ma anche in ambito familiare, quando i traguardi raggiunti insieme diventano meriti del singolo componente.

Se da un lato la cultura orientale ispirata da Osho dimostra una sfaccettatura positiva al termine, dall’altro invece posa le sue fondamenta sullo sforzo degli altri che, per debolezza o per eccessivo altruismo, annulla i propri sforzi in nome di un bene comune.

Nel libro “Con te o senza di te” di Osho Rajneesh, si pone l’interrogativo sulla natura umana dell’essere, sul concetto di Amore come fiume che scorre e nutre chi ti circonda. Un arricchimento su cui forse è necessario riflettere attentamente e che l’autore carismatico pone gli accenti sui significati paradossali del termine.

Evidenzia come l’essere egoista per il bene proprio sia importante per portare a compimento il bene comune, base sulla quale ho ragionato in passato, e una volta acquisito il concetto l’ho potuto fare mio nella mia vita di tutti i giorni.

Per essere altruista devi essere egoista”

Inverosimilmente, la religione e l’educazione ci insegna ad essere al servizio del prossimo a prescindere dalle nostre inclinazioni, per senso civico o morale. In realtà quanti sono coloro che professano l’altruismo stretto sono veramente convinte dell’operato messo in atto?

La chiave per poter comprendere questo modo di fare assorbito dalle istituzioni dimostra nel fatto pratico la pochezza di contenuti: “Devo farlo perché lo vuole la società.”

In verità, in senso spicciolo propone un’alternativa al termine negativo di egoista, come colui che antepone se stesso e quindi come centralità dell’individuo che, consapevole del proprio potere interiore, decide di mettere a disposizione della collettività la propria conoscenza e capacità, per scelta personale dettata dall’Amore per quel gesto e la consapevolezza di fare qualcosa.

La linea sottile fra l’egoismo oshista e quello celebrativo della civiltà moderna è quasi invisibile perché oggi come in passato, si fa affidamento sulla debolezza di coloro che hanno scelto l’altruismo per senso civico e morale, prendendo tutto ciò che loro lasciano e che una volta raccolto dagli egoici freudiani, diventa una prosecuzione del proprio essere sulla terra e sopra gli uomini.

Un esempio:

Nella vita di tutti i giorni ci si imbatte sempre in qualcosa di anomalo per le strade, come uno scatolone abbandonato al centro della strada mentre un mezzo pubblico è in procinto di investirlo. Lì può scattare l’egoismo umano, che si tramuta in indifferenza, rappresentato dalla negazione dell’esistenza di un pericolo reale, e l’altro l’egoismo oshista che per scelta ti porta ad eliminare il pericolo dalla strada dettato da un disagio personale volto a proteggere con un semplice gesto possibili conseguenze negative sia alle persone che alle cose. Ecco come un gesto egoista diventa altruista.

Altro esempio:

Capita spesso di trovare persone che condividono gli stessi interessi e sovente si ha la voglia di condividere un libro. Mi è capitato di prestare il libro citato su ad una ragazza conosciuta ad un corso all’università la quale provava una curiosità sui contenuti descritti dall’autore in quell’opera. Poiché il giorno stesso lo avevo terminato, ho sentito la necessità di prestarlo con la promessa di restituirlo appena avesse avuto l’occasione. Morale della storia, la ragazza è partita e quel libro che mi piaceva tanto non l’ho più rivisto.

Nel secondo esempio si scontrano i due termini, quello oshista e quello di celebrativo dove un gesto voluto si trasforma nell’arte di saper prendere.

Si dona perché lo si vuole non perché in cambio otterrai qualcosa, paradiso compreso!

Pubblicità

2 pensieri riguardo “Egoità: l’arte di saper prendere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...